Menu

Gradoli

Contatti Comune di Gradoli Piazza Vittorio Emanuele, 8
01010 Gradoli (VT) Italia
Tel. ++39 0761456082 –
(37 Kmq - 1700 Abitanti)

Sito Web Ufficiale
  • gradoli_scorcio_piazza_principale.jpg
  • gradoli_veduta_chiesa.jpg
  • gradoli_veduta_paese_interno.jpg
  • gradoli_veduta_gradoli_1.jpg
  • gradoli_veduta_palazzo_farnese2_1.jpg

Informazioni Gradoli



Gradoli è un grazioso borgo medievale che si affaccia sul versante settentrionale del lago di Bolsena.
E’ disposto a spina di pesce su uno sperone di tufo a m 470 s.l.m. e distante 43 km, in direzione NW, dal capoluogo Viterbo.
Conserva l’imponente Palazzo Farnese del XVI secolo.
La produzione di vino DOC e olio extra vergine d’oliva ne fanno centro agricolo di rilevante importanza.
Per il clima e per il lungo litorale sul lago, è centro di vacanze estive.

La storia di Gradoli è simile a quella di altri paesi del comprensorio.

Già libero comune nel Duecento, è sottomesso ad Orvieto nel XIII secolo ed è poi annesso nel 1537 al Ducato di Castro, governato dalla famiglia Farnese.
Quando, nel 1649, fu distrutto Castro, Gradoli passò allo Stato Pontificio.



Luoghi da visitare Gradoli



Chiesa della Maddalena e il Palazzo Farnese

La Chiesa, dalla facciata barocca, ha un interno a tre navate in cui conserva una fonte battesimale marmorea e un affresco cinquecentesco, raffigurante la Madonna col Bambino, vi è inoltre annesso un piccolo ma interessante museo d’arte sacra.
La costruzione del Palazzo, che iniziò nel 1515, fu affidata dal Cardinale Alessandro Farnese (futuro Paolo III) ad Antonio da Sangallo il Giovane.
Lo stesso seguì poi le sorti dell’illustre famiglia e, alla caduta del Ducato di Castro, gradatamente si deteriorò.
Attualmente, dopo il recente restauro che l’ha riportato al suo antico splendore, ospita la sede comunale, l’Archivio Storico con una preziosa raccolta di volumi, un piccolo museo di ceramiche e costumi del ‘400, ‘500 e ‘600.
Al suo interno opera inoltre un Centro di Studi Culturali.

A 7 km da Gradoli, sulla sponda del lago, sorge la quattrocentesca Chiesa di S. Magno che gode d’indulgenza plenaria, privilegio concesso nel 1611 e rinnovato da Papa Benedetto XIV nel 1754 per tutti coloro che la visitano dall’alba al tramonto del 19 agosto.

L’amenità del suo litorale e la possibilità di fare escursioni in vicine zone d’interesse storico-naturalistico della Tuscia, dell’Umbria e della Toscana attiva un notevole flusso turistico estivo.

 

Manifestazioni tradizionali:

Le “Tantavecchie” antichissima e curiosa manifestazione che si svolge nelle tre serate precedenti l’Epifania (6 gennaio); gruppi di persone, con l’intento di scacciare le streghe, percorrono le strade del paese agitando ogni oggetto che produca rumore.

Pranzo del Purgatorio Il mercoledì delle Ceneri (I giorno di Quaresima).
Viene siglato un compromesso fra Carnevale e Quaresima; con il pretesto di soccorrere le anime benedette del Purgatorio, nel capannone della Cantina sociale, si allestisce un pranzo per un migliaio di persone, che prevede fin dal lontano cinquecento, sempre lo stesso menù e vino d’ogni provenienza.

Sagra dell’Aleatico Ultimo Week-end di Luglio e primo Week-end d’Agosto.
Degustazione del vino DOC Aleatico con stand gastronomici, prodotti locali e musica.

Festa di S. Magno Festa campestre che si tiene il 19 agosto nella piccola Chiesa in prossimità del lago con Processione e bande musicali.

Dove Dormire

Vuoi pernottare con tutte le comodità di un hotel? O forse preferisci il sapore naturale di un agriturismo? Sei avventuroso e cerchi un campeggio o un'area camper? Qualunque sia la tua indole, qui trovi tutte le soluzioni per il pernottamento sul lago di Bolsena.

La Perazzeta Una Finestra Sul Lago

Agriturismo

La Perazzeta Una Finestra Sul Lago

Gradoli (VT)

L’agriturismo La Perazzeta, una finestra sul Lago, si trova sulle pendici dell’enorme caldera che forma il Lago di Bolsena, antico vulcano spentosi milioni di anni fa, in un contesto panoramico senza eguali.